Close

Prestito finalizzato: cos’è e come si richiede

Quando chiediamo un prestito, spesso lo facciamo non perché ci servano i soldi nella gestione ordinaria delle finanze domestiche ma, semplicemente, per acquistare quel bene che, senza un aiuto ‘esterno’, non potremmo permetterci, come potrebbe essere ad esempio per un veicolo a cui siamo interessati. Devi sapere che esiste una particolare tipologia di prestito dedicata e rivolta soltanto a coloro che hanno un’esigenza specifica. Come quella, appunto, di comprare un determinato bene. Si chiama ‘finalizzato’ e ora capiremo cos’è e come si richiede.

Cos’è il prestito finalizzato

Devi acquistare un bene o servizio? Questa è la soluzione migliore Il prestito finalizzato è rivolto a coloro che devono acquistare un particolare bene e basta semplicemente avere i soldi esatti che servono per comprarlo. Proprio per questo, ha delle particolari differenze con i prestiti ‘classici’. La prima differenza è che l’entità del prestito viene erogata direttamente all’esercente o, comunque, al rivenditore del bene e non a chi lo richiede. Facciamo un esempio per comprendere meglio il tutto: tu hai bisogno di comprare un mobile di 5mila euro e non hai questi soldi. Hai già il tuo negoziante di fiducia e, quindi, piuttosto che chiedere un prestito classico, chiedi un prestito finalizzato e avrai esattamente quella cifra che non verrà a te, anche se richiedi il prestito, ma al rivenditore che hai scelto per acquistare quel mobile. Poi, sarà affare tra te e la banca saldare il conto con l’istituto stesso. Una tipologia di prestito che sta prendendo sempre più piede, considerando che diverse filiali creditizie offrono questa opportunità.

Come si richiede il prestito finalizzato

Ottenere il prestito finalizzato è relativamente semplice. Ecco come fare Richiedere il prestito finalizzato non è complicatissimo anche perché, seppur in parte, rispecchia esattamente il prestito ‘classico’, come lo intende in maniera convenzionale. Innanzitutto, c’è da dire che, spesso, gli istituti di crediti stipulano prima una sorta di accordo proprio con i grossi rivenditori che vendono il prodotto a un costo molto alto, come i mobili, le auto o altro. In questo modo, infatti, ti sembrerà di stare stipulando un contratto di prestito semplice come un altro ma, in realtà, spesso stai avviando la pratica per un prestito finalizzato. Il prestito finalizzato è molto più veloce proprio per la sua peculiarità: essendo dedicato a chi ha bisogno di acquistare un bene, l’esercente non può assolutamente permettersi di perdere tempo con la burocrazia e gli istituti di credito forniscono tempi brevi. In generale, per richiedere un prestito finalizzato non c’è neppure bisogno di andare in banca ma fai tutto all’interno della sede del negozio stesso. Sarà il canale di ‘collegamento’, a cui – salvo casi particolari – dovrai dare soltanto il contratto di lavoro, le ultime due buste paghe e un documento di riconoscimento valido. L’accettazione o il rifiuto avviene nel giro di brevissimo tempo, anche meno di un giorno. I vantaggi del prestito finalizzato Avere un prestito finalizzato ti apre le porte a numerosi vantaggi. Eccoli. Il primo vantaggio di un prestito finalizzato è, come abbiamo scritto anche prima, il fatto che tu non debba andare necessariamente da un ente a chiedere l’entità della somma, risparmiando soldi e tempo. Il secondo è che i tassi sono molto più agevolati e, quindi, non ti troverai a pagare interessi troppo alti rispetto all’acquisto del bene che desideri. Inoltre, il processo di accettazione o rifiuto è nettamente più veloce. Vuoi perché, ovviamente, sarà l’esercente stesso a chiedere agli istituti di fare presto (si parla perfino di minuti) e, soprattutto, hai meno documenti da consegnare. Un altro aspetto importante, a meno che non si tratti di un bene che abbiamo un costo molto elevato, è che spesso non c’è neppure la necessità di chiedere un garante. Basta semplicemente dimostrare di avere una busta regolare, un contratto a tempo indeterminato – o, comunque, che riesca a ‘coprire’ tutto il periodo in cui devi saldare le rate’ – e uno stipendio che superi la soglia di povertà, consentendoti di pagare il prestito, di solito non oltre i 5/10 anni, e vivere in maniera dignitosa. Online sono presenti molti portali che parlano di prestiti online, cessione del quinto e prestiti senza busta paga. Uno di questi è Prestitimag.it, il migliore per quanto riguarda guide e approfondimenti su queste tematiche.    

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *