Close
Psicologo a scuola

Corso di laurea in scienze dell’educazione, sbocchi professionali

Sono molti gli studenti che negli ultimi anni hanno scelto come corso di laurea quello in scienze educazione, un percorso particolarmente adatto a chi ha una certa sensibilità ed empatia e che ha piacere nel lavorare a contatto con le persone. Le opportunità in questo settore sono diverse e ancora oggi si tratta di un corso molto richiesto, motivo per il quale in diverse università si è optato per il numero chiuso, quindi si deve affrontare un esame d’ingresso, un test, per poter accedere al percorso di studi. Ci sono poi anche diversi percorsi nell’ambito delle scuole private e che danno la possibilità di seguire le lezioni in un ambiente più tranquillo dato il minor numero di studenti accettato ai corsi.

Cosa si può fare con la laurea in scienze dell’educazione

Se si segue questo percorso di laurea si possono abbracciare diverse figure professionali tra cui scegliere quella più vicina alle proprie inclinazioni. Per esempio con le competenze acquisite si può lavorare sia nel privato che nel pubblico, lavorando con gruppi o con singoli. Un esempio pratico è il lavoro inclusivo per le persone svantaggiate. Per capire basti pensare a un ragazzo con problemi di tossicodipendenza o alcolismo e che ha superato questi problemi, per essere reimmesso nella società avrà bisogno di un intermediario, ovvero di una figura in grado di offrirgli il supporto e l’assistenza necessaria ai fini del reinserimento nella società e nell’ambiente lavorativo.

Recupero e reinserimento sociale

inclusione socialeNon solo però, perché l’educatore si muove su percorsi sia di tipo abilitativo che riabilitativo, che consentano quindi al soggetto svantaggiato di ottenere gli strumenti per poter riprendere ad agire in modo consapevole e autonomo. Inoltre si occupa anche di migliorare le abilità e competenze comunicative del soggetto svantaggiato e a ottenere, ma anche a salvaguardare, le condizioni di benessere raggiunto. Gli ambiti di competenza dell’educatore spaziano quindi sin dalla prima infanzia fino all’età senile e per portare avanti il suo operato utilizza degli strumenti adeguati da applicare in modo diversificato a seconda del singolo caso.

Meglio un’università pubblica o un corso di laurea privato?

E qui c’è da riflettere. Certamente l’offerta formativa della scuola pubblica è ottima, tuttavia il problema sta nel fatto che, come abbiamo detto al principio, moltissimi studenti scelgono proprio questo percorso, per cui il rischio è quello di trovarsi in aule sempre molto affollate. Questo significa seguire le lezioni in un clima non ideale. Una scuola privata invece può garantire un corso di laurea in scienze dell’educazione che possa essere seguito da un numero massimo di alunni, per questo vi si accede solitamente previo superamento di un test. Il titolo che si consegue è equivalente a quello della scuola pubblica e ugualmente l’accredito dei CFU.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *