Close

Sbiancamento Denti con il laser: come si fa

Lo sbiancamento dei denti è una delle procedure odontoiatriche che permette a chi si sottopone a tale trattamento di rendere più bianchi i propri denti.

La tecnologia più utilizzata negli ultimi anni è lo sbiancamento con laser; esso è andato sostituendo sempre più lo sbiancamento professionale classico, il cosiddetto bleaching.

 

Fasi Sbiancamento Dentale

Diverse sono le fasi dello sbiancamento denti laser. Andiamo a vederle insieme quali sono.

 

Pulizia professionale dei denti

È importante prima dello sbiancamento dentale effettuare una buona pulizia dei denti affinchè il gel applicato successivamente non sia ostacolato da eventuali placche batteriche, da tartaro o da sanguinamento delle gengive.

 

Determinazione del colore dei denti

Questa fase prevede il confronto tra la cromia dei denti del paziente e l’apposita scala colorimetrica standard.

Ciò affinchè si possa rilevare il colore reale della dentatura poichè esso è molto sensibile per esempio alla luce ambientale e quindi risulta un fattore variabile. Inoltre influisce anche la stanchezza dell’occhio.

 

Fotografia dei denti prima del trattamento

Lo scattare delle foto aiuterà il dentista, ma anche il paziente, a controllare in che modo prosegue il trattamento e a ricordare il colore iniziale dei denti della persona sottoposta allo sbiancamento professionale dei denti.

 

Divaricazione della bocca e apposizione diga liquida

Attraverso lo strumento apribocca si divaricherà la bocca in modo tale da allontanare dai denti del paziente le mucose molli e si applicherà successivamente una diga liquida intorno ai colletti gengivali in modo che l’agente sbiancante non provochi eventuali ustioni a contatto con le gengive stesse. Un altro metodo per prottegerle è la normale diga di gomma che viene utilizzata dal dentista per la ricostruzione dei denti.

 

Applicazione del gel sbiancante ai denti

Vengono applicate sul dente del paziente apposite sostanze sbiancante contenenti perossido di idrogeno a una concentrazione abbastanza alta. Tale gel spalmato sulla superficie esterna della dentatura possiede un effetto caustico.

 

Irradiazione dei denti con la luce

Una volta esposto a particolari fonti luminose, il gel sbiancante si attiva liberando ossigeno nella struttura del dente e tale gas liberato innesca reazioni che permettono la scomposizione delle molecole delle macchie presenti sulla dentatura del paziente in modo da avere frammenti più piccoli di esse per rimuoverle più facilmente.

Dopo che il laser è stato irradiato, bisognerà lasciare che il prodotto eserciti la propria azione sbiancante sui denti e il tempo necessario sarà dai 15 ai 40 minuti.

Trascorso il tempo, il gel verrà rimosso sciacquando i denti per bene e successivamente l’operazione verrà ripetuta più volte.

Finito il trattamento sbiancante sarà premura del dentista scattare una nuova foto ai denti del paziente per attuare un confronto con quella fatta prima delle sedute. Chiaramente tale effetto potrà essere visibile trascorsi alcuni giorni dal trattamento laser effettuato.

Dopo la terapia laser bisognerà evitare di assumere nei giorni successivi alimenti come caffè, liquirizia, vino rosso o the nero ed astenersi dal fumare. Per avere un bianco dei denti permanente non basterà certo sottoporsi a una sola seduta del trattamento laser ma occorrerà farlo più volte.